Un palazzo inagibile acquistato alienando locali della Provincia grazie a una certa dose di “finanza creativa”. È la vicenda legata al fallimentare affare che riguarda la nuova sede della Città Metropolitana, una storia su cui indaga la Corte dei Conti, e che adesso ha portato gli uomini della Guardia di Finanza a notificare a 105 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Dove va il “nuovo” Pd? Dopo l’editoriale di Cacciari

prev
Articolo Successivo

Il M5S vuole il voto digitale: dove funziona e dove no

next