La Via della Seta e il dibattito pubblico in Italia: un promemoria

È meraviglioso. Il governo italiano, dopo lusinghe ultradecennali, sta per firmare un’intesa all’acqua di rose (già firmata da altri 13 Stati Ue) con la Cina che non è “un accordo internazionale”, né comporta “impegni legali e finanziari”. Diciamo che Roma e Pechino si danno conto di voler collaborare soprattutto sulla logistica per le merci: niente […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.