In videoconferenza tra Roma e Parigi, i dieci membri del consiglio d’amministrazione di Telt (la società pubblica italo-francese che ha il compito di realizzare la nuova linea Torino-Lione) hanno dato il via libera alla pubblicazione degli “avis de marchés”, gli inviti a presentare candidature per la realizzazione della parte francese del tunnel di base. Si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 19,99€ per 3 mesi

Articolo Precedente

Trump avvisa Merkel: Huawei va esclusa dall’asta per le reti 5G

prev
Articolo Successivo

Tav, Francia paga un terzo del tunnel, ma congela la tratta nazionale fino al 2038: la strategia di Conte sulla ripartizione dei costi

next