Mia nonna un’emigrante. Io soltanto una straniera

Claudia Durastanti racconta il suo nuovo romanzo
Mia nonna un’emigrante. Io soltanto una straniera

Quando i miei nonni partirono verso gli Stati Uniti a metà degli anni Sessanta, non avevano dubbi su come chiamarsi, o su chi erano per gli altri: degli immigrati. Si sono insediati a Brooklyn in mezzo ai loro coetanei che erano partiti dalla Calabria o dalla Sicilia, e a differenza di tanti altri hanno deciso […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.