Alla riscoperta di Giuseppe Berto e del suo cielo indifferente alla guerra

Neri Pozza pubblica l’opera scritta durante la prigionia nel campo di Hereford
Alla riscoperta di Giuseppe Berto e del suo cielo indifferente alla guerra

Ma perché, mi son chiesto più volte negli ultimi anni, Giuseppe Berto non ha il posto che si merita nel canone dei grandi autori italiani del Novecento? Apro le antologie scolastiche del triennio e vedo pagine su pagine dedicate a Italo Calvino. Pagine su pagine dedicate a Pasolini narratore e poeta. E Berto? Rare volte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.