Tiziano Renzi e Laura Bovoli, i genitori dell’ex premier Matteo Renzi, ieri sono finiti agli arresti domiciliari con l’accusa di bancarotta fraudolenta e false fatturazioni. La bomba nella casa di Rignano sull’Arno è scoppiata all’ora di cena. Ma al di là dell’indagine della Procura di Firenze, Il Fatto può rivelare un dettaglio inedito: secondo una […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Pro Piacenza radiata, la (tardiva) mossa Figc

prev
Articolo Successivo

Matteo parla come B: “Punito perché sono sceso in politica”

next