Vita stupefacente del re dei narcos

Più realtà che immaginazione - Il successo col metodo “cinese” di introdurre droghe negli Usa; gli arresti, le fughe, gli eccessi e gli amori, fino a una cattura che sa di accordo per la nuova generazione di boss
Vita stupefacente del re dei narcos

Il capo della mafia messicana, Joaquín Guzmán Loera, non è solo il latitante più famoso della giustizia. Ha anche una fulgida carriera come disegnatore di tunnel, è scampato all’assassinio grazie all’aiuto involontario di un alto prelato. Ha acquisito fama di onnipresente ed è diventato amico delle star di Hollywood per giocarsi alla fine a New […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.