Che la manifestazione di Cgil, Cisl e Uil sia stato un successo lo si capisce dal fatto che né Luigi Di Maio né Matteo Salvini abbiano scelto la replica dello sfottò o dell’attacco frontale. Impegnati nell’ultimo miglio della campagna elettorale per l’Abruzzo, i due vicepremier hanno parlato d’altro. Ma non hanno potuto non vedere il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Gilet gialli: un ferito grave e 21 fermi durante il “13° atto” contro Macron

prev
Articolo Successivo

La prima “sconfitta” di Twitter: stavolta si protesta davvero

next