Imembri di Gladio erano “animati dallo stesso spirito di combattere per la liberazione della Patria”, dunque “sono senz’altro parificabili ai partigiani che hanno combattuto per la liberazione dell’Italia durante la Resistenza”. E il loro servizio va equiparato a quello prestato nelle Forze armate. Un’equiparazione solo morale e onorifica, senza effetti ai fini retributivi, previdenziali e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

B., Renzi, Salvini e Di Maio: simili, ma non in tutto

prev
Articolo Successivo

Xylella, guerra da 100 milioni

next