C’era (stata) una volta la conferenza di Palermo sulla Libia: due mesi or sono o poco più, il 12 e 13 novembre. Qualcuno aveva alimentato la (falsa) speranza che una quadra fosse stata trovata. I fatti degli ultimi giorni e il rapporto presentato ieri al Consiglio di Sicurezza dall’inviato dell’Onu Ghassan Salamé confermano l’ovvio, cioè […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Macron e la “svendita” di Alstom agli americani

prev
Articolo Successivo

Brexit in stallo: May rischia elezioni anticipate

next