Il sociologo che per primo raccontò i braccianti indiani: “In questa inchiesta non solo sfruttatori, ma il Mondo di Sopra”

Il sociologo che per primo raccontò i braccianti indiani: “In questa inchiesta non solo sfruttatori, ma il Mondo di Sopra”

“Qui non serve più la Procura della Repubblica, serve la politica. Adesso non lasciamo soli i lavoratori. Grazie alla legge sul caporalato, soltanto in provincia di Latina, 500 braccianti sono stati salvati. La legge funziona e va difesa”. Lo dice Marco Omizzolo, sociologo, responsabile scientifico della cooperativa InMigrazione, insignito al merito di Cavaliere della Repubblica, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.