Uno scandalo emerso più di dieci anni fa, 320 persone ammalate di cancro, di queste 118 morte con inevitabili sofferenze e contraccolpi familiari. Samsung china il capo e si scusa formalmente con il personale impiegato nelle sue fabbriche in Corea del Sud e con i familiari degli operai morti. Le dichiarazioni fanno parte di un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)