La tragedia. Sono le 11:36 del 14 agosto scorso quando il ponte Morandi improvvisamente crolla. Nel disastro perdono la vita 43 persone.   Le cause. A provocare il crollo è stato il cedimento del pilone 9. Diversi studi avevano evidenziato la necessità di monitoraggi costanti. La concessionaria aveva già previsto la ristrutturazione dei piloni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Fermi sotto il Ponte: Genova è bloccata 3 mesi dopo l’infarto

prev
Articolo Successivo

I gialloverdi battuti in Senato sul condono: fronda a 5 Stelle

next