Gli audio in possesso della Turchia legati all’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi all’interno del consolato dell’Arabia Saudita a Istanbul “non coinvolgono il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman”, sostiene John Bolton, il ‘falco’ scelto dal presidente americano Trump come consigliere per la sicurezza nazionale, citando due persone che hanno ascoltato le registrazioni. La Turchia aveva […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La strana fine della poliziotta “arrabbiata”

prev
Articolo Successivo

Tel Aviv e la sindrome Shalit: l’incubo dei tunnel di Hamas

next