Si allungano i tempi per aderire alla pace fiscale: fino al 31 maggio 2019 i contribuenti potranno correggere errori od omissioni e integrare non più solo le dichiarazioni fiscali presentate entro il 31 ottobre 2017, ma anche quelle relative agli anni precedenti al 2017, presentate entro i 90 giorni successivi, ovvero entro il 30 gennaio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Gasparri-Saviano: Lega, forzisti e Pd salvano il senatore

prev
Articolo Successivo

Agenzia spaziale: giochi politici e ricerca c’entrano poco con la cacciata Battiston

next