“Nelle mie inchieste già emergevano i collegamenti tra Giuseppe Galati e la criminalità organizzata calabrese. Purtroppo – dice il sindaco di Napoli Luigi de Magistris – mi hanno fermato”. Illecitamente, secondo la Corte d’Appello di Salerno, che venerdì sera ha ribaltato le assoluzioni piene di primo grado e ha sentenziato il reato di abuso d’ufficio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Zedda l’arancione scende in campo. Ora l’enigma sono le primarie

prev
Articolo Successivo

Era sottosegretario di B., finisce ai domiciliari. “L’ospedale nelle mani della ’ndrangheta”

next