L’editore e Santapaola

C’era “La Sicilia” di Ciancio e l’innominabile don Nitto

Nei giorni che seguirono l’assassinio del generale dell’Arma Dalla Chiesa il quotidiano etneo non pubblicò i nomi degli indiziati. E il cognome del super boss sarà vietato per molto tempo

5 Novembre 2018

Erano gli anni, quegli anni Ottanta, in cui il quotidiano La Sicilia di Catania, posseduto e diretto da Mario Ciancio Sanfilippo, non nominava il nome del boss Benedetto “Nitto” Santapaola, ma in compenso celebrava nei necrologi il mafioso Pippo Ercolano. A denunciare il crimine e la corruzione sotto il vulcano, ai piedi dell’Etna, d’altronde, c’erano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.