In Pakistan tensione altissima dopo la decisione della Corte Suprema di assolvere Asia Bibi, la donna cristiana condannata a morte nel 2010 per blasfemia nel Punjab. Le autorità di Islamabad hanno dispiegato truppe nelle principali città per sedare le proteste dei gruppi islamisti contro l’assoluzione. Forze paramilitari sono state schierate a protezione del Parlamento e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Merkel, la Germania è stanca. Ora la Cdu può farla cadere”

prev
Articolo Successivo

Il #Metoo di Ségolène: “Urlavano ‘nuda’, ‘utero che cammina’”

next