Omicidio colposo, lesioni aggravate colpose e disastro. Da domani la sindaca Chiara Appendino e altre quattordici persone dovranno difendersi da queste accuse per evitare il processo. Nei loro confronti la procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio per gli incidenti avvenuti in piazza San Carlo il 3 giugno 2017, quando di fronte al […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Macchinisti 1 – Trenitalia 0: vinta la lotta degli indennizzi

prev
Articolo Successivo

“Non sono un divo e mi batto contro l’odio insensato sul web”

next