Di nuovo i palloncini gialli della festa, le bandiere bianche, gli striscioni, i sorrisi a 64 denti del grande officiante Rocco Casalino e dei senatori a 5Stelle; ci sono pure manciate di monetine di cioccolata, decisamente più morbide di quelle lanciate a Bettino Craxi all’hotel Rafael 25 anni fa, a cento passi dall’entrata di Palazzo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Spese folli e bastone: Edoardo Rixi, la faccia “mite” del salvinismo

prev
Articolo Successivo

Michele Emiliano: “Sul Tap si può rimediare. Conte lo sposti per decreto”

next