L’altro lato del balcone. Ovvero, il malessere di quei Cinque Stelle che non hanno gradito il Luigi Di Maio trionfante di giovedì sera. Il vicepremier e capo politico che ha salutato dalla balconata istituzionale i parlamentari (molti) e militanti (pochi), radunatisi con tanto di bandiere del Movimento sotto Palazzo Chigi per festeggiare il 2,4 per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il condono si allarga ancora. “La soglia a 500 mila euro”

prev
Articolo Successivo

Sulla salute siamo al solito Def: manca un miliardo

next