Al tempo della storia-fiction, tutto è possibile. Dunque Marcello Simoni, recensore su Tuttolibri-La Stampa di L’ultima carta è la morte, romanzo di Arturo Pérez-Reverte, può dire che la guerra civile di Spagna 1936-39 fu un “contrasto tra fronte nazionale e quello repubblicano, di ispirazione marxista”. Non fu proprio così. Lo storico Leo Valiani, che quella […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

A Fiuggi il sinodo di B. il papa riesumato

prev
Articolo Successivo

Silvio e il tramonto di un leader orfano di se stesso

next