America e rabbia: le ragazze contro McDonald’s. È cominciato con un complimento troppo spinto alle curve sotto l’uniforme di una cameriera, è finita ieri con la protesta delle donne scese in strada contemporaneamente in dieci città d’America: Los Angeles, Miami, Kansas City, New Orleans, Orlando fino a San Francisco. Erano vestite uguale da una costa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Feuilleton Benalla: una testimonianza per salvare Macron

prev
Articolo Successivo

Temptation Island, il fascino ipnotico del nostro peggio

next