La Commissione europea prende le distanze dalla nomina di Mario Nava a presidente della Consob, smentendo la sua linea difensiva e scaricando la responsabilità sul governo Gentiloni che lo ha designato. La novità non ha precedenti nel panorama europeo: l’Authority di Borsa italiana è presieduta da un funzionario che lavora nell’interesse di Bruxelles. La conferma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Ddl anticorruzione, la legge del governo vuole confiscare anche ai prescritti

prev
Articolo Successivo

La Diciotti era stata già bloccata a luglio, anche Roma valuta il sequestro di persona

next