La strage fu in Irpinia, il 28 luglio di cinque anni fa. Morirono 40 persone intrappolate in un pullmino turistico precipitato dal viadotto di Acqualonga. È in corso un processo ad Avellino con 15 imputati tra cui l’Ad di Autostrade per l’Italia Giovanni Castellucci, il direttore generale dell’epoca Riccardo Mollo ed alcuni responsabili della sicurezza […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Noi, l’ultima notte di lavoro sul Morandi”

prev
Articolo Successivo

Maltempo in Toscana, un cartello stradale si abbatte sulla Firenze-Pisa-Livorno

next