Si chiama “disturbo da accumulo, disposofobia, accumulo patologico seriale, accaparramento compulsivo, mentalità Messie o sillogomania”. È il bisogno ossessivo di acquisire una notevole quantità di beni, anche se gli elementi sono inutili, pericolosi o insalubri, e l’Oms (Organizzazione mondiale della Sanità) lo ha classificato come un disturbo della psiche. Tale condizione provoca impedimenti e danni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Sotto l’ombrellone della censura con Bo, Banksy, Marina e C.

prev
Articolo Successivo

Caro diario e caro Nanni, tanti auguri sulla Vespa

next