Mario Conte è il sindaco di Treviso: ha da poco riconquistato la città alla causa leghista dopo un quinquennio di centrosinistra e l’ha fatto nel segno dello sindaco-sceriffo Giancarlo Gentilini, che lo ha scelto e poi supportato con una lista civica. Ecco, pure Mario Conte, lo sceriffo 2.0, s’è assai irritato per l’emendamento della Lega […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Sulle periferie il governo ha scelto, ma si nasconde dietro la Consulta

prev
Articolo Successivo

Salvini prova a mangiarsi B. al Sud con l’esercito degli ex

next