Decine di migliaia di risparmiatori italiani sono vittime dell’annuncio di nuovi pesanti dazi Usa su acciaio e alluminio turchi, che ha scatenato la fuga dei capitali da Ankara facendone crollare la valuta. Sono gli investitori che, abbagliati dagli alti tassi d’interesse offerti, hanno acquistato obbligazioni in lire turche. Molti di loro, magari ancora inconsapevoli, stanno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Carabinieri e Polizia: il 70% delle sedi a Roma è in affitto

prev
Articolo Successivo

Il ricatto Nato e lo spettro di Putin &C.

next