Perseguitati e poi costretti a diventare parte di un progetto assurdo attraverso le distorsioni dell’Islam messe in atto dall’Isis. Ora salvati da una trattativa e ‘ricomprati’ per evitare un destino segnato. L’incubo per la popolazione yazida del nord Iraq non è finito. La parte più delicata arriva adesso, all’indomani della neutralizzazione dello Stato Islamico, sia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Michele Serra, il maschilismo non ha partito

prev
Articolo Successivo

Arrestato deputato opposizione accusato dell’attentato a Maduro

next