Argentina contro Inghilterra. Sul piano formale il motivo della contrapposizione è soltanto il pallone, in realtà si consuma nel tempo uno scontro a tutto tondo che si riverbera in un rettangolo di gioco. Politica, modi di essere, way of life, identidad, dittature, guerra. Vincitori e soprattutto vinti. Un’unica passione, un modo di intendere la vita, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Che ne sai tu di una favela: le hit di oggi senza un domani

prev
Articolo Successivo

Nuove specie: il signor Paradosso che tifa mercati

next