Il reato di corruzione viene contestato ad alcuni indagati dell’inchiesta della Procura di Matera sulla sanità lucana. Nel mirino dei pm ci sono finiti infatti presunti scambi di favori di un dirigente sanitario, che in un caso, per fare un esempio, favorendo un imprenditore otteneva in cambio lavori per la sua abitazione. In questa indagine, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il supermarket delle sentenze, vendute per 500 euro

prev
Articolo Successivo

O Maduro o la resistenza. Ma con chi sta l’esercito?

next