Valeria Golino zoppica. Nulla di grave, per carità, ma il tutore c’è, ed è solo l’ultima conseguenza di un atteggiamento oramai consolidato nella sua vita: “Mi capita spesso di farmi male, in particolare quando ho un appuntamento importante. Posso rompermi le costole. Cadere. Sbattere. Sempre così, fa parte di me”. Questa volta il colpevole è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Le Mani pulite sbarcano anche in Argentina

prev
Articolo Successivo

La Bonelli come la Marvel, dai fumetti di carta alle serie tv

next