Vedere il Louvre in 9 minuti e 43 secondi: l’impresa da Guinness dei tre surreali protagonisti di Bande à part di Jean-Luc Godard (poi emulata, in altra chiave, dai loro stanchi epigoni nei Dreamers di Bernardo Bertolucci) rappresenta una forma estrema di “fruizione” del grande museo, parente delle legioni di “selfie con quadro famoso” che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Topolino fa novanta: il cartone che ha animato intere generazioni

prev
Articolo Successivo

cattiveria

next