È la multapiù alta mai comminata dall’Authority dei Trasporti (Art) quella inflitta ieri a Rfi (società del Gruppo Ferrovie dello Stato) per non aver assicurato condizioni eque e non discriminatorie sull’accesso alla rete. La sanzione da 620mila euro è stata spiegata nella delibera pubblicata sul proprio sito dall’Authority dove si è potuto leggere che “per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)