Era ritenuto dalla Direzione distrettuale antimafia l’imprenditore di riferimento dei boss della ‘ndrangheta di Reggio Calabria: è morto Pietro Siclari. Nel febbraio dello scorso anno gli furono sequestrati beni per 142 milioni di euro. La morte di Siclari, di cui parla il Corriere della Calabria, è avvenuta per cause naturali alcuni giorni fa ed è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)