La mattina presidente, la sera senatore: continuerà così ancora per un bel po’ la carriera del governatore abruzzese Luciano D’Alfonso, uno dei due irriducibili che conserva ancora il doppio incarico in Parlamento (erano 13). Nel frattempo distribuisce incarichi, proroga i contratti e aumenta gli stipendi ai suoi fedelissimi. Unico neo dell’estate la nuova recente grana […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Libia, il governo delle milizie

prev
Articolo Successivo

Air Renzi, la Corte dei Conti che fa?

next