È divampato nel ristorante “Al contadino non far sapere”, confiscato al clan Fasciani dal Tribunale di Roma e affidato in amministrazione giudiziaria a una società, il rogo della scorsa notte a Ostia. Sulla vicenda indagano i carabinieri del nucleo investigativo del Gruppo di Ostia e della compagnia di Ostia. Ancora da accertare le cause dell’incendio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)