La battuta di Emmanuel Macron, recitata martedì sera davanti ai parlamentari della maggioranza (ma diretta alle agenzie di stampa), suona più o meno così: “Benalla non detiene i codici nucleari e è mai stato il mio amante”. Dopo giorni e giorni di silenzio seguiti all’imbarazzo per il bodyguard del presidente che, vestito da poliziotto, picchia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Gerusalemme trema: il candidato sindaco è donna

prev
Articolo Successivo

Atene circondata dal fuoco assassino: 80 morti, 187 feriti

next