Con Speranza coordinatore Mdp deve cambiare passo La nomina del giovane dirigente Speranza, come coordinatore di Mdp, lascia sperare (scusandomi per il bisticcio linguistico), contrariamente a quanto avvenuto sino a oggi, in una opposizione meno prevenuta di quella fatta dal Pd, ma più intelligente. E, in tal caso, non solo Mdp si distinguerebbe smettendola di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Ottomila posti in meno? Una polemica frutto di troppi errori

prev
Articolo Successivo

Camere e web, ragioni e torti di Casaleggio

next