Il caso degli 8.000 precari che rischiano di restare disoccupati col decreto dignità è chiuso: non c’è stata nessuna “manina” che ha inserito all’ultimo quei numeri nella relazione tecnica all’insaputa del ministero di Luigi Di Maio, anche se restano frutto di una simulazione arbitraria dell’Inps di Tito Boeri. Lo ha di fatto ammesso lo stesso […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il Pd a Torbella: “Mai visti da queste parti”

prev
Articolo Successivo

Banca nel caos: i magistrati di Milano indagano su Carige

next