L’ex generale della Guardia di Finanza Emilio Spaziante, coinvolto in una tranche dell’inchiesta Mose – l’opera ancora in fase di realizzazione per difendere Venezia dall’acqua alta – e accusato di aver intascato tangenti in cambio di informazioni “riservate” su alcune verifiche fiscali, ha “danneggiato” l’immagine delle Fiamme Gialle. Per questo deve versare alla stessa Guardia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Casa di Montecarlo, Fini e i Tulliani vanno a processo per riciclaggio

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Beppe Mora

next