“Sono davvero arrabbiato.” Matteo Salvini scrive un manuale di comunicazione politica e istituzionale in tre parole. Le pubblica su Facebook alle 20 e 40, le replica su Twitter un quarto d’ora dopo. La linea politica è sui social network: la notizia del giorno è uno status di 24 caratteri, il suo messaggio per Mattarella salta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Paolo Savona, l’economista e l’indagine su Impregilo: “Bilanci taroccati e metodi censurabili”

prev
Articolo Successivo

La querela vien di notte: il presidente e l’intervento anti-Messora su Youtube

next