Hanno bisogno di tempo e chissà di quanto ancora. Perché ieri Lega e Cinque Stelle non hanno parlato del nome del premier, il vero nodo. Il ruolo per cui la Lega pensa a un tecnico, mentre il M5S insiste su nomi politici, i suoi. Nell’attesa, gli alleati molto possibili hanno discusso di temi e problemi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

testatina

prev
Articolo Successivo

Il massone espulso: “Voto M5S-Lega”

next