Dopo Napoli e Torino, un nuovo caso a Roma: il Comune della Capitale ha trascritto l’atto di nascita della figlia di una coppia omosessuale senza che la decisione fosse imposta da un Tribunale. La bambina, nata in Canada grazie all’utero in affitto, avrà dunque due papà con pieni diritti e doveri. La svolta, secondo Alexander […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Sabina Began: “Il Bunga Bunga? Una fogna, Berlusconi schiavo dell’ego. Il Corano mi ha guarita”

prev
Articolo Successivo

“Questo è un Paese ingiusto in un mondo guidato da ricchi”

next