Il dossier

“Niente Gay Pride”. La politica omofoba (non solo a Novara)

C’era una volta l’arcobaleno - Lombardia, Firenze, Trento e Genova: le amministrazioni negano il patrocino alle manifestazioni omosex

20 Aprile 2018

“Un’inutile ostentazione”. Così il sindaco leghista di Novara, Alessandro Canelli, ha definito il gay pride per motivare il suo no al patrocinio. E quando gli sono piovute addosso le critiche, soprattutto da esponenti del Pd locale che hanno parlato di “una decisione anacronistica e discriminatoria”, il sindaco è riuscito a dire pure peggio: “Una manifestazione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.