Amore e morte, poesia e destino, odio e passione. Ted Hughes e Sylvia Plath sono la coppia maledetta della letteratura contemporanea: il loro amore tragico finisce nel 1963 con il suicidio di lei, a soli trent’anni, poco tempo dopo che lui le ha confessato l’improvviso amore per un’altra donna. Hughes, poeta laureato d’Inghilterra morto nel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Girolamo Svampa, frate inquisitore che non crede a streghe e diavoli

prev
Articolo Successivo

Luce dal cielo, ossessione del Canaletto

next