Vi immaginate un imprenditore che scrive ai propri operai consigliando a chi dare il voto per le elezioni di rinnovo delle rappresentanze sindacali? Nel mezzo di una stagione di scontri duri con il personale della città lagunare – dal Casinò ai musei civici, dai precari ai servizi civici e agli incentivi ai dipendenti – il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Alla faccia del commissario, Tavecchio tiene la “cassa” Figc

prev
Articolo Successivo

Noi, maschi sgomenti, alla fine siamo rimasti nudi

next