Operai in lacrime e decine di bare di cartone sulle quali campeggiava il marchio Agnesi. Si chiudeva così, a fine 2016, la storia del più antico pastificio della storia, nato nel 1824 a Pontedassio (Imperia). Centinaia di operai licenziati e solo una decina ricollocati nel nuovo stabilimento di Fossano, dove oggi è il gruppo Colussi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

I cacciatori di Calabria, “vietnamiti” anti-narcos

prev
Articolo Successivo

La tentazione di cercare alternative alla democrazia

next