Quando la conta dei diplomatici russi espulsi per il caso Skripal sfiora ormai i 150, la Nato monta in cattedra: vanta una coesione senza pari in tempi recenti fra i suoi membri e dice d’avere ridotto l’arsenale di spie di Mosca nei suoi 25 Paesi. D’ora in poi, “la Russia avrà meno capacità di fare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Opporsi ai militari porta alla sconfitta”

prev
Articolo Successivo

“Dall’inciviltà quotidiana si arriva al delitto”

next