Il rastrellamento del Velodrome d’Hiver è il momento più simbolico della memoria della Shoah in Francia. Sia per l’arresto massiccio di ebrei, più di 16 mila (su 75 mila persone deportate dalla Francia). Ma purtroppo la memoria si perde, i giovani ne sanno sempre meno. E i fatti vengono travisati da dichiarazioni come quelle di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Guerra di spie, la Nato nel giardino dell’orso russo

prev
Articolo Successivo

“Quel Vangelo (con inganno) sul comodino di Pasolini”

next